PREMIO MARIO BERNARDI
Poesie: Tema Felicità

Di Mario Bernardi

Raccolta delle 58 migliori Poesie selezionate dal Comitato Scientifico del Primo Premio di poesia “Mario Bernardi” di Oderzo -Treviso, sul tema “FELICITA’”.

Il tema è stato voluto dal Comitato Organizzatore per ricordare il carattere gioioso di Mario, venuto a mancare nel luglio del 2015, già dirigente di importanti case editrici italiane, appassionato studioso di fenomeni etici e sociali, impegnato nella difesa degli ideali di libertà e democrazia, uomo buono e sempre sorridente che proprio alla felicità dedicò una delle sue più belle Poesie.

... "L’idea del tempo che vorremmo fermare per non far morire nulla del nostro mondo presente, delle ore di felicità consumate e di quelle a venire, è il motivo segreto che genera, in chi ama affidare alla penna i propri pensieri, la spinta – quasi ineluttabile – a fare della poesia."




CAPPELLA DELL'OSPEDALE CIVILE DI
SAN DONÀ DI PIAVE - Storia di un luogo di fede

Di Franco Baradel


Il volume illustra e racconta gli oggetti sacri e la loro provenienza, i protagonisti di questo “angolo” della storia sandonatese; dalle suore di SS. Maria Bambina, ai cappellani che si sono succeduti, dai “Sacrestani” ai tanti fedeli che hanno contribuito, e contribuiscono, a mantenere questo grazioso “luogo di fede”, nonchè di riflessione per tutti i fruitori del plesso ospedaliero.


Cento e dieci ricordi che formano il buon fattor di villa.

Di Giacomo Agostinetti

Edizione anastatica del trattato seicentesco di agronomia a cura di Damiano Cesca

Edizioni Gianni Sartori Editore (2013)

L’opera rappresenta un trattato sapiente di agronomia veneta del 1600, dove l’autore insegna, attraverso 110 ricordi, come coltivare secondo la tradizione veneta dell’epoca numerose colture ancora oggi presenti e fondamentali per l’economia agroalimentare del territorio.




 Scarica le anteprime in PDF

Avversità della vite

Di Michele Borgo
Edizioni Gianni Sartori Editore (2016)

L’idea di realizzare una guida utile al riconoscimento delle più diffuse avversità parassitarie e delle principali fisiopatie deriva dalla necessità di agevolare il lavoro di quanti operano quotidianamente a contatto con la vite.
Molte monografie descrivono i vitigni e sono corredate, come di dovere, da illustrazioni di viti e di loro organi privi di difetti; fare l’opposto non è cosa comune, anche in considerazione che le varietà di vite si comportano in maniera spesso differente, sia in relazione alla loro suscettibilità o tolleranza alle fitopatie sia in rapporto alle condizioni colturali. Da qui è scaturita l’idea di concretizzare quanto osservato, diagnosticato e compreso in molti anni di attività di ricerca e sperimentazione svolta al Centro di ricerca per la viticoltura di Conegliano del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA-VIT). ...
Ecco che, mettendo assieme le competenze di un fitopatologo e di un cultore e conoscitore delle varietà di vite, il dottor Giancarlo Moretti, è stato possibile costruire un originale atlante illustrativo delle malattie, con sintomi assai prossimi, su molteplici vitigni e che ora si ritiene opportuno condividere con i lettori anche per venire incontro a tante domande che sovente sorgono di fronte a casi fitopatologici di dubbia interpretazione.

Tratto dalla prefazione dell'autore: MICHELE BORGO


Vitigni italiani – loro caratterizzazione e valorizzazione.

a cura di Luigi Bavaresco e Massimo Gardiman.

Gianni Sartori Editore

Il volume bilingue (italiano ed inglese) raccoglie i principali risultati di un progetto di ricerca sviluppato dal 2011 al 2013, dal titolo “Valorizzazione dei principali vitigni autoctoni italiani e dei loro terroir” (acronimo VIGNETO), finanziato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MiPAAF).


Camp Arena

Di Francesco Butini

L'Afghanistan, il terrorismo internazionale e la prima missione ad Herat dei report logistici dell'Aeronautica Militare Italiana. Prefazione del ministro della Difesa sen. Roberta Pinotti.

Edizioni Gianni Sartori Editore (2016)

Questo libro racconta una storia. È la storia della costruzione di una base aerea, nel decennale del suo avvio. Ci sono tre protagonisti principali. Prima di tutto i militari del Reparto Mobile di Supporto dell’Areaonautica Militare Italiana, che in poche settimane ebbero la responsabilità di realizzare la base aerea avanzata ad Herat, in Afghanistan...

Come leggerete il libro è ricco di citazioni. Affinchè la storia sia vita, e non solo analisi, le parole degli uomini che descrivono fatti o che esprimono le opinioni li fanno rivivere ai lettori.

Tratto dalla prefazione di: FRANCESCO BUTINI